Cavalieri “Ad Honorem”

Albo d’Oro

N.H. G. D. Oltrona Visconti – insigne Storico

Questa Onorificenza contemplata dal Nostro Statuto
Questa Onorificenza contemplata dal Nostro Statuto

Dott. Cav. Francesco Mazzoli – Presidente F.I.C.E

Ambrogio Milani – Ricercatore locale

Modesto Verderio – Assessore Alla Viabilità Provincia di Varese

Prof. Franco Bertolli – insigne Storico

Prof. Giovanni Canziani – Sindaco di Lonate Pozzolo

Pietro Tenconi – Poeta dialettale gallaratese

Prof. Avv. Cav. Francesco Ogliari – Fondatore Museo dei Trasporti di Ranco

Dott. Gaspare Cilluffo – Scrittore

Ezio De Mio – Presidente A.P.T. Varesotto

Elisabetta Guglielmo – Autrice di bozzetti e dipinti

Volante Pierino – Collaboratore della Confraternita

Dott. Maurizio Maggioni  – Vice Presidente Parco Lombardo del Ticino

Rag. Piergiulio Gelosa – Sindaco di Lonate Pozzolo

Giampiero Bertoni – Presidente Pro Loco di Lonate Pozzolo

Fabrizio Verderio – Presidente Pro Loco di Lonate Pozzolo

Rinaldo Molaschi – Pluri Campione del Mondo Cercatori d’Oro

Rag. Mario Santagiuliana – Presidente F.I.C.E.

Avv. Roberto Colombo – Vice Sindaco di Castano Primo

Franco Arcuri – Appartenente a un Ordine Cavalleresco importante, fotografo ufficiale dell’associazione.

Luca Stefano Cristini – Giornalista e scrittore, autore del volume “LA BATTAGLIA DI TORNAVENTO”a Noi dedicato.

Elisabetta Guglielmo – Bozzetista e autrice di tutte le tavole dei Nostri Capitoli.

Anna Bagliani –  Gran Maestro dei Cavalieri di Adelasia di Alassio

Dott. Marcello Menni – Responsabile Relazioni Esterne della Veneranda Fabbrica del Duomo.

Antonio Patera – assessore Attività Economiche del Comune di Lonate Pozzolo.

Giorgio Bernasconi – scultore di Vegonno (Va) esperto del marmo di Candoglia detto ” Picass” autore della lapide dedicata ai morti della Battaglia di Tornavento.

Prof. Giuseppe Giorgetti – Di Samarate, ideatore dell”iniziativa:il vessillo della Pace portato nello spazio sullo Shuttle, in collaborazione con la Nasa

Menzioni di Merito

Estratto del Gran Consiglio del 15 –12 – 2006
Oggi 15 dicembre 2006, il Gran Consiglio riunitosi presso la sede Associativa
di via E. De Amicis,1  in Tornavento –VA, stabilisce quanto segue:

E’ istituita dalla Confraternita dei Cavalieri del Fiume Azzurro una speciale Menzione d’Onore con le seguenti modalità:

Questa nostra concessione potrà essere data non solo a persone, ma anche ad enti ed associazioni che aiuteranno in diversi modi la Confraternita al di là di quanto già previsto per la nomina a “Cavalieri ad Honorem”, riservata quest’ultima a ….”persone che si siano particolarmente distinte nel campo della cultura, dell’arte e dell’enogastronomia oppure abbiano meriti nella diffusione degli ideali della stessa Confraternita”. La stessa si distinguerà in  tre ordini: Semplice,  da attribuirsi a tutti indistintamente,sia soci che non; Speciale con distintivo argento,  riservata ai soli soci distintisi in maniera particolare; Speciale con distintivo oro,  riservata ai soli Consiglieri e Gran Maestri che si siano attivati per far progredire l’associazione o che abbiano acquisito meriti speciali. Il documento attestante la Menzione, dovrà contenere la numerazione progressiva assegnatagli le firme di convalida ed il nominativo del menzionato inserito nell’apposito Albo d’ Oro che sarà custodito presso la sede Sociale. Il Gran Maestro in carica non può assegnarsi alcuna Menzione, in quanto le stesse sono da lui stesso decretate e vistate, dopo essere state sottoposte dal Gran Consiglio e controfirmate dal Gran Cancelliere. La Menzione d’Onore Speciale con distintivo d’oro riservata al Gran Maestro, potrà essere conferita solo dai successivi Gran Maestro.

Omissis

Si istituisce inoltre la figura del “ Mentore”cioè del responsabile, che collaborando e relazionando col Gran Consiglio, coordinerà il lavoro di preparazione e gli eventi nel corso dell’anno, coadiuvato dal gruppo di lavoro a cui è legato.

Il mandato, decade automaticamente col decadere del Gran Consiglio; a presentazione di dimissioni accettate; oppure revocato dal Gran Consiglio, se la persona incaricata non dimostra di collaborare fattivamente per ottenere i risultati prefissati al pari può essere revocato qualora il comportamento del Mentore sia tale da pregiudicare i rapporti con gli associati e/o le persone esterne  o gli enti di cui si avvale l’associazione stessa.

La carica può essere ricoperta anche per più anni, sempre che il Gran Consiglio successivo ritenga di dover mantenere la stessa persona , responsabile del settore di operatività.